pasti@mclink.it

scrivi alla redazione

Scrivi

AGINFORM

         Foglio di Corrispondenza comunista

Il volo MH17 abbattuto

Ecco le prove che gli USA e Kiev stanno cercando di nascondere quello che è successo: un attentato "false flag" da attribuire alla resistenza, in cui però qualcosa è andato storto.

[dossier in inglese - qui]


Centro di Iniziative
per la Verità e la Giustizia

Presieduto da
Falco Accame

Associazione Stalin

Strumenti per
combattere
l'anticomunismo

Le guerre USA-NATO
Global Research
[articoli in italiano]

NO alla guerra
NO alla NATO

STOP NATO
Buona fonte di informazione
[in inglese]

Archivi di
AGINFORM
e della
FONDAZIONE PASTI

Russia
Today

[inglese]

Russia
Today

[spagnolo]

2 minuti con Mario Albanesi

Nuove Resistenze


Ordina subito

LA QUESTIONE SIONISTA

sionismo e imperialismo

1. Sionismo e imperialismo
a cura di Paolo Pioppi, 88 pagine


la natura del sionismo

2. La natura del sionismo
di Mauro Manno, 130 pagine

[esaurito]
scarica pdf


la colonizzazione sionista della Palestina

3. La colonizzazione sionista della Palestina
di Giancarlo Paciello, 96 pagine

In evidenza

"L'Occidente è ancora colonialista"

Discorso del Presidente della Siria
Bashar al-Assad
alla cerimonia di insediamento per il suo terzo mandato presidenziale
dopo le elezioni di giugno
16 luglio 2014


(Su Bashar al-Assad vedi anche il commento di T. Meyssan [qui])

          Onorevoli siriani, liberi rivoluzionari siriani,
Sono passati tre anni e quattro mesi da quando qualcuno dichiarò a vostro nome: «Il popolo vuole». Sì, il popolo voleva… il popolo decise… il popolo agì.

Alcuni anni fa, qualcuno chiese la libertà – la vostra risposta è stata di rimanere liberi in un'epoca di sottomissione, di essere padroni in un'epoca di schiavitù. Hanno voluto parlare per voi con le loro richieste di democrazia – la vostra risposta è stata di mostrare loro la vostra volontà nella maniera più democratica e di rifiutare l'intervento straniero nei vostri affari nazionali; voi scegliete la vostra costituzione, voi scegliete il vostro parlamento, voi scegliete il vostro presidente. Durante tutto questo, la decisione è stata vostra e la vostra volontà ha creato la nostra democrazia. Cantavano: «Il popolo siriano è unito!» – la vostra risposta è stata di confrontarvi con le bufere della sedizione, senza mai permettere ai venti della divisione di avvelenare i vostri cuori e le vostre menti; siete stati veramente un popolo con un suo cuore.

Hanno predicato: «Si sottomettano davanti ad Allah!» – la vostra risposta è stata di non sottomettervi mai ai loro padroni, di non arrendervi mai e di non mollare mai. Siete stati rapidi e vi siete messi in fretta a disposizione della vostra Patria, credendo sempre in un solo Dio, un Dio che non condivide i Suoi poteri con superpotenze e che non potrà mai essere sostituito con petrolio o dollari. E quando dissero: «Allahu akbar!» – Dio fu più grande di costoro e dei loro sostenitori, perché Dio è sempre dalla parte della giustizia e la giustizia è dalla parte del popolo.

In questi anni, mentre loro parlavano, voi agivate; loro sono affondati nelle loro illusioni, mentre voi avete costruito oggi una realtà. Loro hanno chiesto una rivoluzione e voi siete diventati i veri rivoluzionari; perciò, congratulazioni a tutti voi per la vostra rivoluzione e le vostre vittorie e congratulazioni alla Siria per il suo grande popolo e la sua fermezza.

Congratulazioni alla Siria, il cui popolo ha resistito ad ogni forma di egemonia e di oppressione con tutti i mezzi disponibili: con la ragione, con l'intelletto e con la coscienza patriottica. Ci sono coloro che combattono con le armi in pugno, coloro che combattono raccontando la verità e coloro che continuano a combattere con il loro grande cuore nonostante tutte le minacce.

Congratulazioni alla Siria, il cui popolo ha resistito ad ogni forma di paura e terrorismo ed ha votato al referendum e alle elezioni sotto il fuoco, contrastando l'aggressione, gli aggressori e le loro macchinazioni. Questa fermezza ha fatto cambiare tutte le aspettative, le circostanze e i fatti; le posizioni sono cambiate, dei personaggi si sono ritirati, la retorica è decaduta, le alleanze si sono vanificate, i consigli si sono divisi e altre istituzioni si sono disintegrate. Molti, che erano ciechi di fronte alla verità, per ignoranza o per inganno, hanno riacquistato l'orientamento. I veri motivi sono stati rivelati quando la loro maschera di verità e rivoluzione è caduta e hanno messo le loro zanne nella carne siriana, uccidendo, impiccando e consumando cuori e vite. Ogni gioco sporco è stato usato; non hanno evitato di percorrere nessuna via perversa o deviata. Eppure hanno fallito.

Hanno fallito nell'attuare i loro programmi per i diritti e gli interessi del popolo. Hanno fallito a convincervi che avevate bisogno di guardiani per gestire i vostri affari e quelli del vostro paese. E, infine, hanno assolutamente fallito nel farvi il lavaggio del cervello e nel smorzare la vostra volontà. Avete resistito alla tempesta con i vostri sforzi; siete rimasti come delle lance di fronte al tradimento. Avete ottenuto il vostro obiettivo; avete innalzato la voce della giustizia al di sopra di tutte le menzogne, le ipocrisie, le distorsioni e le diversioni. Avete costretto il mondo intero a vedere la verità, una verità che hanno provato, per tre anni, a seppellire e a sradicare; facendola sopravvivere, questa verità è emersa, ed ha distrutto, in qualche ora, imperi – la politica, il petrolio, i media. Sì, le poche ore nelle quali voi avete espresso le vostre opinioni e mostrato la vostra determinazione sono state sufficienti per cancellare tutte le falsificazioni ed il terrorismo psicologico e morale esercitato per anni contro la Siria. Queste elezioni non sono state solo una procedura politica come in altre parti del mondo; sono state una battaglia a più dimensioni contro la quale hanno provato di tutto affinché perdessimo.

[leggi tutto]